Babbo Natale e gli anziani: edizione 2013...

 

Il 26 dicembre da parecchi anni il CRAL Farrese ha un appuntamento fisso con gli ospiti della casa di riposo
di Mel per gli auguri di Buon Natale. In questa circostanza: ospiti fissi, fruitori del Centro Diurno e visitatori
si ritrovano nell’ampio salone del piano terra per trascorrere qualche ora in compagnia del CRAL Farrese al ritmo dell’immancabile fisarmonica by Gianni De Conti e delle improvvisate di Romeo.

.
.

Il buon Babbo Natale espletate le incombenze del 25 dicembre, che da contratto sono riservate "ai più piccoli", dedica il giorno di S. Stefano "ai più grandi" nella speranza di portare un sorriso e l'allegria dei volontari del CRAL Farrese. Babbo Natale secondo tradizione distribuisce un piccolo regalo: non si tratta di oro, incenso nè mirra ma di prodotti di prima necessità in omaggio al detto: l'importante è il pensiero e se il pensiero è funzionale alle attività quotidiane oltre ad essere gradito è soprattutto utile.

.
.

Inutile dire che l'interesse degli amici della casa di riposo più che ai pacchetti regalo era rivolto alle note della fisarmonica e al fornito repertorio di musica liscio/folk tradizionale con particolare attenzione per le canzoni a richiesta che hanno coinvolto i presenti spingendo i più arditi a esibirsi col microfono.

.
.

Chi non partecipava cantando batteva il tempo con i piedi al punto che più di una sedia/carrozzina dondolava al ritmo di Romagna mia (quando si dice: "se la voglia c'è è la gamba che tira il piè").
A condire il tutto le barzellette di Mario e i siparietti di Romeo con battute sul tempo con licenza di personalizzare e interpretare liberamente alcuni passi delle canzoni (mitica "me compare Jacometo").

.
.

Cercando una conclusione a questa pagina è difficile sfuggire alla retorica del "è stato un bel pomeriggio in allegria" ma il fatto è che è stato veramente così. Babbo Natale non può certo cancellare i segni della fatica e la stanchezza per la non più verde età, ma la musica ha coinvolto ed emozionato più di tante parole, del resto bastava guardare negli occhi le persone che hanno partecipato per vedere una luce di vitalità che ci auguriamo rimanga anche nei giorni a venire.
.

.

Se vi abbiamo incuriosito venite con noi il prossimo 26 dicembre. Appuntamento alle ore 15:00 presso la casa di riposo a Mel.