Palio delle contrade 2014: .29^edizione..


Camont
Crosere
Pian del toro
Pradon

La 29^ edizione rimarrà nella memoria sia per l'esito sportivo che soprattutto per le bizze di questa pazza estate che il 13 luglio ha seminato temporali in tutta la Valbelluna risparmiando miracolosamente la nostra frazione. Palio 2014 un pò meno caldo meteorologicamente parlando ma infuocato come di costume quando si tratta di difendere colori e onore della propria contrada.
Invariati gli ingredienti: un paese, quattro contrade e tanta rivalità che dividendo unisce e che permette ai contradaioli di esprimersi durante la sfilata.
Ingresso in piazza anticipato di qualche minuto sperando di evitare il temporale ed ecco affluire Crosere, Camont, Pradon e Pian del Toro coi rispettivi vessilli, gli immancabili sfottò, tamburi, trombe, trombette, raganelle, parrucche, pentole e coperchi necessari a produrre la caciara del caso.
.

La sfilata:

Dopo le prime schermaglie viene formato il corteo che sfila per le vie del paese, l'ordine è quello di classifica dell'anno precedente (2013): Pian del Toro, Pradon, Crosere e Camont.

I riti propiziatori:

La variopinta sfilata giunge nuovamente in piazza dove ciascuna contrada osserva agguerrita le trovate estrose degli avversari e cerca di caricare i rispettivi atleti che si cimenteranno nel Tò Vegna.
Checo in perfetto stile "coccobbellooooo" passa tra la folla al grido "amoi-de-franzaaaaa" e i presenti attingono alla preziosa "ramada de amoi".
.

I preamboli:

I quattro portacolori delle contrade aprono la sfida incrociando le ripettive bandiere, mentre Pian del Toro riconsegna il Palio al Presidente del CRAL Orazio Rudy Perera che lo rimette in gioco.
Fra gli applausi dei contradaioli compaiono gli atleti che si giocheranno al "Tò Vegna" il palio 2014.
La sorte decreta gli accoppiamenti delle gare che per il terzo anno consecutivo saranno: "Crosere-Pian del Toro" e "Pradon-Camont".

La gara:

Dopo 2 anni di magra le Crosere riescono finalmente a superare lo scoglio Pian del Toro.
Paolo Miglioranza alla battuta è una garanzia, Davide Colle va su tutte le palle, mentre Fausto Dall'Olio dosa classe ed esperienza: come dire che le Crosere quest'anno hanno tutte la carte in regola per vincere.
Nell'altra semifinale il Pradon sembra favorito e invece a spuntarla sono i Camont che volano in finale.
Sulla carta Camont sembra ancora una volta sfavorito e infatti vincono le Crosere che devono però sudare 7 camicie per avere ragione degli scoiattoli.
Il Palio 2014 dice: Crosere Camont Pradon Pian del Toro, con i rossi torelli che per prima volta si ritrovano in fondo alla classifica.
.

Le premiazioni:

Alle 19:00 appuntamento per tutti presso le scuole con la bicchierata e il consumo dei "resti" del rinfresco della mattina. La serata trascorre in allegria fra un "becanot" e qualche sana polemica (sembra che qualcuno diserti la festa finale se a vincere sono gli altri).
.

Anche per questo motivo quest'anno la consegna del Palio è stata itinerante e i vincitori hanno dovuto inseguirlo e sospirarlo a lungo, al punto che Franco ha perfino utilizzato la bomboletta "stile mondiale Brazil" per impedire che la processione prendesse il largo. Alla fine la premiazione ha assunto il tono solenne che le compete e gli atleti delle Crosere hanno ricevuto il meritato Palio.
Bravi dunque Paolo, Fausto, Davide e complimenti alle Crosere che portano a 4 il totale dei successi.
.

Processione per le vie del paese e festa finale:

Una volta espletate le formalità, la festa si è trasferita per le vie del paese sempre con un occhio rivolto verso il cielo per evitare di buscarsi il temporale.
Fra un brindisi un canto e la gioia dei bambini la sera poco per volta cede il passo alla notte e la compagnia si sfoltisce, non prima però di aver applaudito la perfetta "bandiera" di Danilo sul primo palo disponibile.
.