Tò, Vegna: Introduzione (x cominciare)

 

Per giocare è necessario …

  • un campo da gioco (anche di forma irregolare)
  • due squadre (composte ciascuna da 1 a 5 giocatori)
  • uno o due giudici arbitri denominati “Sior” (signore)
  • una palla di gomma compatta (circa 5 cm di diametro) che permetta un buon rimbalzo

E’ preferibile che il campo sia lateralmente delimitato da 2 file di case (vicolo o strettoia) ma è possibile giocare anche su campi delimitati da una sola fila di case (vedi campo a Farra di Mel).

 

Punti e punteggio…

Si fa punto se gli avversari colpiscono la palla con parti del corpo diverse da avambracci e gambe, in tutte le situazioni di "falo" (fallo) e quando "se ciò" (si prende) la "cazha" (caccia). Oltre  a questi si distinguono altri casi che dipendono dalle situazioni di gioco.

I punti si contano: "15-30-40-gioco" come nel tennis.
Nel caso di punteggio 40 pari si va ai vantaggi.
Chi per primo arriva a 5 giochi vince la partita.

 

Regole per iniziare…

La palla può essere colpita solo con alcune parti del corpo: gli avambracci (dalle mani ai gomiti) e le gambe (dai piedi alle ginocchia).

Punteggio e situazioni di gioco sono simili a quelli del tennis, al punto che si può azzardare che il tennis sia l’evoluzione del gioco della palla.


A differenza del tennis si possono utilizzare come sponde le case sui lati, al posto della rete di metà campo c’è una linea virtuale detta "medho" (mezzo) e ci sono una o due "linee virtuali" che sono spostate dal "Sior" (signore) a seconda delle situazioni di gioco.

La  linea virtuale si chiama "cazha" (caccia) ed è rappresentata da un legnetto lungo 20 cm.
Altre situazioni di gioco sono il "falo" (fallo) e il cambio campo.


Queste le info base per iniziare, in realtà le regole sono molto complesse perchè articolate in funzione alle situazioni di gioco. Per comprenderle è più facile imparare giocando piuttosto che leggerle o sentirle raccontare a bordo campo.

Per le regole ufficiali e complete vedi la sezione "Regole"

 


 

.. ...

...